Anche in Italia arrivano i controlli su prodotti toner contraffatti

STOP ALLE CARTUCCE TONER CONTRAFFATTE

SI ALLE CARTUCCE TONER RIGENERATE!!!

Lo Stop alla commercializzazione di cartucce per stampanti e toner contraffatti arriva dalla Guardia di Finanza.

Finalmente anche in Italia arrivano i controlli su prodotti toner contraffatti da parte delle forze dell’ordine. E’ infatti grazie ad una importante indagine in codice denominata ‘Fast Print’ svolta dalla Guardia di Finanza di Ascoli Piceno che è stata scoperta una maxi frode fiscale da 662 milioni di euro nel settore del commercio di prodotti informatici, toner e cartucce.

Ecco i numeri sbalorditivi di questa Maxi truffa:

 

  • 78 le aziende nel mirino
  • 87 le persone denunciate a vario titolo, anche per riciclaggio
  • 484 milioni in fatture false
  • 690 mila euro riciclati
  • 396 milioni di euro di ricavi sottratti all’Erario
  • 109 milioni di euro sottratti all’Irap
  • 8,5 milioni di euro di costi indebitamente detratti
  • 1,5 milioni di euro di ritenute non operate e/o non versate
  • 147 milioni di euro per violazioni all’Iva
  • 13 le regioni coinvolte negli scambi commerciali: Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia sono tutte le regioni
  • 12 gli Stati Europei ed Extraeuropei  coinvolti negli scambi commerciali: Germania, Olanda, Romania, Estonia, Danimarca, Austria, Regno Unito, Ungheria, Cipro, Svizzera, Lussemburgo e Slovenia

I reati per i quali sono ora indagate le aziende coinvolte:

  • occultamento documenti
  • distruzione di documentazione contabile,
  • impiego di denaro e beni di provenienza illecita,
  • ricettazione
  • introduzione di prodotti contraffatti sul mercato nazionale e internazionale

Con la rete di commercializzazione delle cartucce e toner contraffatti, gli indagati aggiravano la concorrenza delle imprese corrette, e potevano partecipare anche a gare per la fornitura di prodotti alla Pubblica Amministrazione offrendo prezzi stracciati e completamente fuori mercato.

Eco-Recuperi da sempre sostiene con la propria attività il riciclo e il riutilizzo di cartucce e toner per stampanti  nel pieno rispetto dei brevetti nazionali e internazionali che insistono su tali prodotti e soprattutto nel pieno rispetto dell’ambiente. Infatti ricordiamo ai lettori che le cartucce contraffatte molto spesso NON sono smontabili e quindi NON sono rigenerabili.