Premio Guidarello Giovani, tutte le classi premiate

Premio Guidarello Giovani, tutte le classi premiate

Il presidente Ottolenghi agli studenti: “Lo strumento per contribuire a un futuro migliore lo avete sotto mano: è la vostra testa e la vostra volontà di approfondimento”.

La nona edizione del Premio Guidarello Giovani, rivolto alle classi IV delle scuole superiori della provincia, ha come protagonisti la classe 4°EL del liceo classico “Alighieri” di Ravenna e la Ecorecuperi di Solarolo: i ragazzi che hanno visitato l’azienda si sono aggiudicati sia il primo premio assoluto che quello per il migliore elaborato formato slide.

Motivazioni: l’elaborato risulta essere un vero e proprio reportage giornalistico, pienamente in linea con il bando del premio. L’utilizzo delle moderne tecnologie informatiche conferisce al lavoro una facilità di interpretazione, difficilmente riscontrabile.

Il miglior video è stato realizzato dalla classe 4°C del Liceo Artistico “Nervi-Severini” di Ravenna, che ha visitato l’azienda ravennate FL Fashion.

Il premio sulle reti di impresa è andato alla 2°BC del Liceo “Torricelli-Ballardini” di Faenza su Maria Cecilia Hospital. 

Mentre alla classe 4°C RIM dell’Its “Oriani” di Faenza è stato assegnato il premio speciale per la sostenibilità d’impresa, promosso dalla Fondazione Eni Enrico Mattei, per un reportage sullo stabilimento di San Michele della Deco Industrie di Bagnacavallo. 

Per l’articolo scritto è stata premiata la classe 4°B AFM dell’Iis Polo tecnico professionale di Lugo, con un testo che vede nuovamente protagonista la Ecorecuperi di Solarolo.

Dopo i saluti del presidente di Confindustria Ravenna, Guido Ottolenghi (intervento integrale in calce) e del vice presidente dei Giovani imprenditori dell’associazione, Gianluca Guerra, sono intervenutiAgostina Melucci dirigente dell’ambito territoriale di Ravenna dell’Ufficio scolastico regionale, Giorgio Guberti vicepresidente della Camera di commercio di Ravenna, Paolo Valenti vicepresidente della Provincia di Ravenna. Infine, la testimonianza del giovane artista romagnolo Luca Monterastelli.

I vincitori saliranno domenica 29 novembre sul palco del teatro Alighieri in occasione del Premio Guidarello.

Il Premio Guidarello Giovani rientra nelMotivazioni: l’elaborato risulta essere un vero e proprio reportage giornalistico, pienamente in linea con il bando del premio. L’utilizzo delle moderne tecnologie informatiche conferisce al lavoro una facilità di interpretazione, difficilmente riscontrabile.

Il miglior video è stato realizzato dalla classe 4°C del Liceo Artistico “Nervi-Severini” di Ravenna, che ha visitato l’azienda ravennate FL Fashion.
Il premio sulle reti di impresa è andato alla 2°BC del Liceo “Torricelli-Ballardini” di Faenza su Maria Cecilia Hospital. 
Mentre alla classe 4°C RIM dell’Its “Oriani” di Faenza è stato assegnato il premio speciale per la sostenibilità d’impresa, promosso dalla Fondazione Eni Enrico Mattei, per un reportage sullo stabilimento di San Michele della Deco Industrie di Bagnacavallo. 
Per l’articolo scritto è stata premiata la classe 4°B AFM dell’Iis Polo tecnico professionale di Lugo, con un testo che vede nuovamente protagonista la Ecorecuperi di Solarolo.

Dopo i saluti del presidente di Confindustria Ravenna, Guido Ottolenghi (di cui si allega intervento) e del vice presidente dei Giovani imprenditori dell’associazione, Gianluca Guerra, sono intervenuti Agostina Melucci dirigente dell’ambito territoriale di Ravenna dell’Ufficio scolastico regionale, Giorgio Guberti vicepresidente della Camera di commercio di Ravenna, Paolo Valenti vicepresidente della Provincia di Ravenna. Infine, la testimonianza del giovane artista romagnolo Luca Monterastelli.

I vincitori saliranno domenica 29 novembre sul palco del teatro Alighieri in occasione del Premio Guidarello.

Il Premio Guidarello Giovani rientra nel PMI day, la giornata nazionale della piccola e media impresa, voluta da Confindustria per mettere i giovani in contatto con le realtà aziendali.
È copromosso con la Camera di commercio di Ravenna, con la compartecipazione del Comune di Ravenna e in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei; ha il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna e della Provincia di Ravenna.

fonte: Lugonotizie