Corriere Romagna – Ra: AMBIENTE ? Torna l?iniziativa di Hera rivolta ai ragazzi dlle scuole.

RAVENNA – Parola d’ordine : riciclare.

Arrivata alla sua tredicesima edizione torna infatti anche quest’anno il progetto Materialità, promosso da Hera. Il programma è rivolto a ragazzi e insegnanti delle scuole elementari, medie e superiori, e si propone di educare alla cura dell’ambiente tramite il sempre attuale problema dei rifiuti.

Il piano, che lo scorso anno ha coinvolto oltre diecimila studenti e circa mille insegnanti, persegue il fine di sensibilizzare e informare l’intera cittadinanza a partire dagli studenti. Il lancio del progetto è stato definito dell’assessora all’infanzia Susanna Tassinari come “una piacevole consuetudine, capace di creare, attraverso le numerose attività e gli interessanti laboratori, punti di riferimento certi, collaudati nel tempo. Un progetto che è stato capace capace di radicarsi nel territorio e di collaborare con società, aziende e realtà economiche e sociali, per sensibilizzare ed educare alle ricerche dell’ambiente”. Come recita il sottotitolo “Ricicliadi: l’importanza di partecipare”, il programma sarà articolato in numerosi corsi e attività di laboratorio, molte delle quali pensate appositamente per la formazione degli insegnanti, organizzati dalla cooperativa Atlantide.

Accanto a percorsi didattici sulla raccolta differenziata vi sarà anche la possibilità per le scuole di compiere visite guidate e di partecipare ad un vero e proprio concorso per creativi. Oltre al coinvolgimento dei Comuni della Provincia e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio e Coop Adriatica l’idea interessa l’impresa “Ecorecuperi” la “Deco” azienda bagnacavallese produttrice di detersivi che recentemente ha ricevuto un premio di riconoscimento per aver creato il primo flacone in plastica trasparente – e il centro ecologico “La lucertola”. “Ecorecuperi” si è distinta per aver promosso il progetto”Leonardo”, un servizio gratuito attuato nelle scuole di raccolta cartucce a getto usate. “Non si tratta a spiegato Romina Piazza – di semplice servizio di raccolta differenziata, bensì di vera e propria tutela dell’ambiente. Per questo sono stati pensati premi che andranno da semplici ricariche a veri e propri pc”. Un programma completo quindi sotto tutti i punti di vista, che si propone di formare e sviluppare, attraverso i giovani cittadini, una coscienza ambientale nell’intera comunità.

Federica Ferruzzi

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.